La vostra posizione sul sito è: Home page | Appuntamenti ed eventi

  Territorio

  Strutture turistiche

  Dove mangiare

  Prodotti tipici

  Escursioni e sport

  Associazioni

  Appuntamenti

  Storia

  Cerco casa

  Agenzie immobiliari

  Servizi

  Links utili

  Rassegna stampa

  Pubblicazioni

  News















immagine scritta: Gli appuntamenti

Località Data Evento
Valtellina Domenica 3 settembre 2017 Raspelli: Melaverde 3 settembre 2017 tra la Valtellina (per il Bitto Storico) e il Cuneese (a Saluzzo per il Nergi,il baby kiwi)
Raspelli: Melaverde 3 settembre 2017 tra la Valtellina (per il Bitto Storico) e il Cuneese (a Saluzzo per il Nergi,il baby kiwi)
L'edizione numero 20 torna in autunno con la puntata 565 - Conduttori sempre Ellen Hidding ed Edoardo Raspelli 
 
Melaverde, il programma di successo che da 19 edizioni tiene compagnia ogni domenica a 2 milioni/2 milioni e 500 mila spettatori, è giunto alla fine della stagione 2016-2017 ma continuano a tenerci compagnia le repliche, le puntate più belle della trasmissione condotta da Ellen Hidding ed Edoardo Raspelli . I risultati sono eccellenti anche proprio nelle repliche. Domenica 18 giugno, ad esempio, Melaverde ha fatto in tutta l'ora di trasmissione il 14,77 % di share.Nella sovrapposizione con RAI 1 (tra le 12.22 e le 12.57) Linea Verde ha fatto il 20,19 % di share, ma Melaverde ha toccato ben il 16,68 ! Nel target commerciale,poi, nella fascia convenzionale tra i 15 ed i 64 anni, Melaverde come sempre supera la concorrenza: 16,02 % contro il 14,07.
Nata il 20 settembre del 1998 da  un'idea dell'agronomo Giacomo Tiraboschi,approdata prima sugli schermi di Rete 4,poi promossa a Canale 5, Melaverde riprenderà con le prime visioni in autunno con la puntata numero 565 nella edizione numero 20. Alla conduzione, come ormai da anni, la coppia di quelli che gli slogan di Mediaset chiamano "i poeti del gusto":Ellen Hidding ed Edoardo Raspelli.
Questi gli argomenti che  Melaverde racconterà domenica 3 settembre dalle 11.50. 

HIDDING - In Val Gerola(Sondrio) per  Il Bitto Storico 

Ellen Hidding ci parlerà di nuovo di un formaggio che riesce a stagionare più di dieci anni e che nasce esclusivamente in alpeggio, dalla lavorazione a caldo del latte. Un  latte bovino arricchito con il latte prodotto dalla particolare capra della Val Gerola . Questo formaggio è il Bitto Storico. Il Bitto nasce da un procedimento di lavorazione unico, rimasto lo stesso da 2500 anni, da quando i popoli celtici pascolavano sugli alpeggi i propri animali . In celtico la parola "bitu" era riferita a questi pascoli, o forse alla lunga conservabilità del formaggio che producevano. Voleva dire "perenne". Il prodotto di cui parliamo molto probabilmente prende il suo nome proprio da quella parola. Quella che vi raccontiamo, però, è anche la storia di poveri contadini che hanno saputo fare qualcosa di straordinario, un prodotto conosciuto oggi a livello internazionale. Gente che ha resistito in montagna proprio perché sapeva fare questo formaggio ed oggi ne sta raccogliendo i frutti.  E' la storia di un altro talento tutto italiano. Una delle sue caratteristiche è quella di poter essere ancora prodotto all'interno dei "Calècc", delle piccole stazioni di lavorazione itineranti, fatte di pietra, disseminate sugli alpeggi.

RASPELLI - a Saluzzo (Cuneo ) per il Baby Kiwi.

Questa settimana Raspelli raggiungerà di nuovo la campagna che circonda Saluzzo (Cuneo) in una delle zone italiane storicamente dedita alla frutticoltura dove si coltivano mele rosse, pere, pesche e molti altri frutti tra i quali il kiwi che da anni costituisce un'importantissima risorsa per l'agricoltura locale. Recentemente un'organizzazione di agricoltori si è posta l'obiettivo di cercare un nuovo frutto che potesse crescere in questo territorio, creare un nuovo mercato e portare nelle case degli italiani qualcosa di gustoso, salutare e nuovo. C'è voluto qualche anno, molta ricerca e sperimentazione e oggi, grazie a questi agricoltori è arrivato in Italia il Nergi, un baby kiwi che conosceremo insieme.  Scopriremo la sua origine, vedremo il modo in cui viene coltivato e curato durante la sua maturazione, fino alla raccolta che avviene rigorosamente a mano. Seguiremo poi il trasporto in cassette fino al loro ingresso in celle frigorifere dove questi piccoli frutti maturano e affinano al fresco, raggiungendo così il dolce sapore che li rende apprezzati anche dai più piccoli. Non mancheranno di certo consigli per poter gustare ed abbinare al meglio questa golosa novità che, oltre ad avere un sapore molto gradevole, racchiude moltissimi elementi e proprietà benefiche per il nostro organismo.


Le foto dai set sono a cura di Elena Tiraboschi
<<< Torna all'elenco Appuntamenti
immagine-titolo della tabella: le news
16/11/2017 - Ultimi week end per i “Sapori d’Autunno in Valvarrone”
Sta giungendo al termine la più antica rassegna gastronomica del territorio giunta alla diciottesima edizione.  Leggi tutto...
16/11/2017 - La Biblioteca Giuseppe Arrigoni e il Comune di Introbio organizzano una grande mostra sui pittori Todeschini.
Villa Migliavacca, sede del Municipio introbiese, ospiterà dal 2 al 10 dicembre una grande mostra dedicata alla famiglia di artisti dei “Todeschini”. Leggi tutto...
05/11/2017 - villa Monastero: i nuovi orari invernali
villa Monastero: i nuovi orari invernali Leggi tutto...





immagine di collegamento al sito Arpa Lombardia per la consultazione delle previsioni metereologiche. Il sito si aprirà in una nuova finestra del browser

D&B s.r.l.

logo Albergo del Cacciatore



banner sito Pian delle Betulle. Link esterno

banner sito Albergo Sala. Link esterno

Jobrapido - Motore di Ricerca - Annunci - Lavoro Annunci di Lavoro

TValsassina
P. IVA 01571630134   |   Immagine Valsassina | Email | Credits